Era il 4 giugno 1990 quando su Raidue debuttava Beautiful, abbreviazione di The Bold and the Beautiful, titolo originale della soap opera creata per CBS da William J. Bell e Lee Phillip Bell. Diventa anche da noi un immediato successo e nel ’94 sarà Canale 5 ad assicurarsi i diritti di trasmissione: ancora oggi, nel daytime della rete, Beautiful è tra i programmi più visti in assoluto. 

Matrimoni a ripetizione imbarazzante (ciao a te, Brooke), funerali con qualche resurrezione annessa (vero Taylor?), bisogni pruriginosi che non conoscono età (questa è per te, Eric), mascelle sostituite per forza di cose (Ridge, chi altri?) e pargoli cresciuti da una settimana all’altra di circa un decennio (Steffy, in effetti, ci piace così, cresciutella).

Una piacevole tradizione per milioni di persone nel mondo, un’icona del piccolo schermo che è già nei libri di storia dello spettacolo.

Chi ha detto che le soap son roba di serie B?

A proposito, recuperare trent’anni di programmazione vi sembra assolutamente (e giustamente) improbabile? Provate ad entrare nell’universo di Beautiful con questo meraviglioso riassuntone realizzato qualche anno fa…