action figures capolavori

Da sinistra, la Venere di Milo, il David di Michelangelo e il Pensatore di Rodin

Si è svolto di recente a Chiba, in Giappone, il Wonder Fest Summer 2016, con la sua edizione estiva (esiste infatti anche una versione invernale). Trattasi di una kermesse che mette in mostra modellini ed action figures di ogni genere, quindi sia statici che snodabili, oggetti del desiderio che fanno letteralmente impazzire gli appassionati di tutto il mondo. Di “statuine” da collezione ce ne sono dunque a bizzeffe, con riproduzioni più o meno fedelissime, di personaggi tratti dalle serie tv, dal cinema, dai videogames e dai fumetti. Ma ancora non si era provveduto a realizzare action figures che replicassero addirittura le opere d’arte, che si tratti di dipinti o di sculture. Ci hanno pensato quelli della Table Museum. Si rimane divertiti e soprattutto sbalorditi di fronte a questi piccoli, a modo loro, capolavori: chi ha avuto la fortuna di fare una capatina al Wonder Fest ha incontrato L’Urlo di Munch, l’Uomo Vitruviano, la Venere di Milo, il Pensatore e altro ancora. Da collezione o, perché no, anche per giocarci come meglio si vuole. Altrimenti perché sarebbero così assurdamente snodabili?