Karol Wojtyla, polacco, è stato uno dei pontefici più amati dei tempi moderni. Cardinale nel 1967 e Papa nel 1978, divenne in breve il Papa dei giovani e della famiglia, il primo a viaggiare in tutto il mondo (104 i viaggi apostolici intorno al globo) e a lanciare un anatema contro la criminalità organizzata (“Convertitevi. Un giorno verrà il giudizio di Dio”, urlò in Sicilia nel 1993, nella stagione delle stragi di mafia).

Muore il 2 aprile 2005 e sepolto l’8 aprile nelle Grotte Vaticane, subito dopo i funerali celebrati in Piazza San Pietro.  Nel quindicesimo anniversario della morte di Giovanni Paolo II, Papa Francesco invita ad affidare “questi giorni difficili che stiamo vivendo” alla sua intercessione.