Keaton Jones è un teen ager americano, divenuto noto di recente per mezzo di un video, che ha fatto il giro del web, in cui piange mentre racconta alla madre ciò che i bulli gli fanno tutti i giorni a scuola. “Mi chiamano ‘brutto’, mi prendono in giro, dicono che non ho amici. Perché fanno così? Mi tormentano per il mio naso, mi hanno versato del latte sui vestiti… Non mi piace che lo facciano a me, e neanche che lo facciano da altre persone, perché non va bene. Le persone che sono diverse non hanno bisogno di essere criticate per questo…!”

Molti vip hanno voluto mandare messaggi di solidarietà, condividendo anche il video, tra cui Justin Bieber, Katy Perry, Jennifer Lopez, Snoop Dog. E poi Chris Evans, ovvero il mitico Captain America della Marvel saga degli Avenegers, che gli ha scritto:

“Sii forte, Keaton. Non permettere loro di cambiarti. Ti prometto – scrive su Twitter l’attore – che le cose andranno meglio. Mentre questi bulli nella tua scuola decidono che tipo di persone vogliono essere in questo mondo, ti piacerebbe venire all’anteprima di Los Angeles degli Avengers il prossimo anno insieme a tua mamma?”. 

Mark Ruffalo (Bruce Banner/Hulk), poi, contento per l’invito fatto al ragazzino per la premiere di quello che sarà Avengers – Infinity War, ha scritto sotto al tweet dell’amico e collega: “Ti voglio bene, Chris” e poi ha risposto direttamente al ragazzo: “Anche io ero preso in giro dai bulli quando ero un ragazzo. Tu sei il mio super eroe personale. Proteggi il tuo cuore, Hulk è tuo amico”.

Ecco. Il vero significato del supereroe.