Canta e suona da che era una ragazzina Veronica Di Nocera, 24enne di base ad Aversa (Caserta). Scrive anche, stando ai testi delle sue bellissime canzoni, come Kaleidoscopio, un pezzo di denuncia al bullismo che esibisce la fiera sensibilità che ogni vero artista conosce. E Veronica, cantautrice che da anni sa farsi notare tra eventi e manifestazioni, come ad esempio, il 59° Festival di Castrocaro, è una vera artista. Di quelle destinate a diventare grandi. Oggi per lei è un gran giorno: esce il suo nuovo singolo Wonder Woman, distribuito dalla Key Music del sempre attento Luigi Bollito. 

Un brano d’impatto quello con cui hai ufficialmente debuttato, ovvero Kaleidoscopio che parla di una tematica sempre urgente: il bullismo. Quanto credi si riesca a far leva sulla sensibilità delle nuove generazioni, che appaiono spesso distratte anche dallo strapotere dei social, attraverso la musica?
La musica è sempre stata un’arma potentissima, da non sottovalutare anche se il contesto in cui viviamo è variato. Attraverso una canzone è possibile comunicare un messaggio a chi non ci conosce e si ritrova il nostro volto tra i video suggeriti di YouTube o in riproduzione casuale in una playlist di Spotify. Per tanto tempo ho avuto paura di parlare della mia esperienza con il bullismo perché a volte si pensa che parlarne non faccia altro che peggiorare la situazione della vittima, rendendola ancora più vulnerabile, ma nel mio caso è accaduto il contrario. Questo mostro con cui mi sono ritrovata a combattere per tanti anni mi aveva privata soprattutto del coraggio di essere me stessa ma con l’aiuto dei miei genitori e delle persone che mi sono state accanto ho capito che quei “difetti” per cui venivo presa in giro erano in realtà la parte più bella di Veronica. È proprio questo il motivo per cui ho deciso di scrivere Kaleidoscopio, perché ho sentito la necessità di raggiungere tutte le persone che si trovano nella mia stessa situazione, spronandole a lottare e a non privarsi di tempo prezioso. Ho sempre creduto nel potere delle parole e io stessa ho giovato di testi di canzoni che mi hanno aiutata a superare traumi e a non sentirmi sola in momenti in cui avrei voluto mollare tutto. I social, a differenza della musica, rappresentano un’arma a doppio taglio, ma è attraverso canali come Instagram e Facebook che sono riuscita a diffondere il mio messaggio.

Cover Wonder Woman

La cover di “Wonder Woman”, il nuovo singolo di Veronica Di Nocera

Il tuo nuovo singolo, Wonder woman, ti pone di fronte al concetto, forse a volte abusato, di eroe. Quali sono secondo te i superpoteri che un artista (non solo musicale) può esercitare nei confronti di chi lo segue?
Questo nuovo brano “indossa” le vesti di una supereroina ma al suo interno cela un messaggio ben diverso dal voler rappresentare un personaggio fittizio. Wonder Woman parla di uguaglianza e del ruolo che uomini e donne hanno rappresentato nel corso della nostra storia. Nelle prime strofe ho voluto catapultare gli ascoltatori in un universo parallelo in cui è stata la donna ad aver camminato sulla luna per la prima volta e ad aver assunto per prima la carica di Presidente degli Stati Uniti, mentre gli uomini erano occupati a prendersi cura della casa e della famiglia senza avere alcuna possibilità di manifestare i propri diritti. Nel ritornello invece pongo un quesito: “e se la realtà fosse soltanto una sofisticazione di un equilibrio così banale, che a volte non riusciamo in alcun modo a vedere?”. Se ci rendessimo conto di questo allora saremo in grado di vivere in un mondo dove ogni azione assume il giusto peso, dove donne e uomini sono uguali, portano le stesse croci e combattono per gli stessi diritti. Wonder Woman è un’eroina che lotta per amore, è mossa dall’unico fine di aiutare il prossimo ed è per questo che ho voluto intitolare così questo brano, perché ognuno di noi in cuor suo dovrebbe comportarsi come un eroe. In una società in cui abbiamo il privilegio di essere ascoltati, dove donne e uomini sempre di più stanno ottenendo pari diritti non dobbiamo limitarci a festeggiare i traguardi ottenuti ma dobbiamo aiutare chi invece non ha ancora la possibilità di far ascoltare la propria voce. Il superpotere che tutti noi abbiamo e che a volte ignoriamo è questo, di aiutare chi ha bisogno di noi. Vorrei vivere in un mondo in cui ognuno possa avere la libertà di esprimersi e di non vergognarsi di ciò che si è.

Ambizioni, sogni e speranze di Veronica Di Nocera?
La mia ambizione è quella di andare lontano e di raggiungere il maggior numero di cuori con la mia musica. Sono fortunata perché posso dire di amare il mestiere che faccio e già questo per me è un traguardo. Sogno nel cassetto è quello di partecipare a Sanremo Giovani mentre il sogno di una vita è quello di suonare ad un festival importante. Per adesso, spero vi godiate questo nuovo brano a cui tengo molto, che è Wonder Woman!

 

Qui il suo nuovo brano