Con THE PLACE, già applaudito alla Festa del Cinema di Roma, Paolo Genovese è tornato fin tropo sicuro di sé dopo il successo di Perfetti Sconosciuti (oltre 17 milioni di euro al box office!). Ma ci offre, da quello che Best Movie ha definito, a ragione, maestro dell’high-concept italiano, uno spunto di trama molto forte. Come lo è il ritmo del film. Che tiene alla grande, nonostante la location sia davvero solo il tavolino di un bar, il “The Place”, appunto.

La risposta al domandone “Cosa saresti disposto a fare per ottenere ciò che vuoi?” lascia (volutamente?) “appesi”.

Pazienza per “Cazzo/Cazzo/Cazzo!!!/Silvio Muccino”.
Valerio Mastandrea (il protagonista, che avvera desideri “in cambio di…”) e Rocco Papaleo, al solito, giganti.
Vittoria Puccini si è scordata Rivombrosa. E si vede.

Tra i dialoghi, davvero belli e importanti, uno ti fa domandare: “io, le persone, riesco a trafiggerle?