8Nel 2003 ottenne un enorme successo grazie alla sua romanticheria tutt’altro che mielosa e grazie ad un cast brillante e memorabile. Oggi, Love Actually (da noi impreziosito dal sottotitolo L’amore davvero), diretto da Richard Curtis, avrà un sequel in formato “ridotto”. Infatti, lo sceneggiatore inglese, prestato alla regia solo in 3 occasioni (oltre a Love Actually, suoi sono I love Radio Rock e Questione di tempo), sta riunendo gran parte del cast d’origine per impegnarlo nel cortometraggio Red Nose Day Actually. Che racconterà il presente dei protagonisti e che viene co-prodotto dall’associazione benefica Comic Relief per il Red Nose Day, giornata dedicata al fundraising per bambini e ragazzi che vivono in condizioni di disagio e limitatezza di risorse. Curtis è uno degli ideatori della manifestazione, di stampo britannico ma esportata anche negli States.

Questo, quanto affermato da Curtis: “Sembrava una buona idea realizzare uno sketch speciale basato su uno dei miei film, visto che il Red Nose Day viene ora trasmesso nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Non avrei mai sognato di scrivere un sequel di Love Actually, ma ho pensato che sarebbe stato divertente girare dieci minuti per scoprire la situazione attuale dei personaggi. Siamo stati felici e grati nel vedere che così tanti membri del cast sono disponibili a realizzarlo e sarà sicuramente un momento all’insegna della nostalgia ritornare tutti insieme e ricreare questi personaggi dopo 14 anni”.

Il mini-film, della durata di 10 minuti, verrà trasmesso da BBC One, prima, il 24 marzo (data del Rose Nose Day in UK) e sull’americana NBC, dopo, il 25 maggio.  E, inutile dirlo, noi non vediamo l’ora!