Un disastro. Maledizione!

Proprio come Tenet, indicato come il film della ripartenza e invece rimandato a data da destinarsi, anche le altre più importanti uscite cinematografiche dell’anno sono state posticipate. A Quiet Place Part II, sequel dell’horror di John Krasinski e Top Gun: Maverick sono stati sbattuti da Paramount Pictures al 2021. Anche la Sony ha spedito il terzo stand alone di Spider Man a 17 dicembre 2021. La Disney pure c’è andata giù con comprensibile ansia e ha cancellato temporaneamente l’uscita di Mulan, diventato uno dei «blockbuster senza data», soprannominati dal sito IndieWire. La casa di Topolino ha rinviato per l’ennesima volta anche i 4 sequel di AvatarAvatar 2 al dicembre 22, Avatar 3 al 2024 e Avatar 4 e Avatar 5 rispettivamente al 2026 e al 2028. I tre nuovi Star Wars, invece, usciranno a Natale del 2023, 2025 e 2027.

Per ora il programma Disney per gli Stati Uniti prevede l’uscita di Black Widow per il 6 novembre, Soul per il 20 novembre e West Side Story per il 18 dicembre. 

La paura è tanta e nessun film vuole essere il primo. Il rischio che i cinema riaprano non prima del 2021 si fa sempre più concreto…