Sopra, i Power Rangers della serie d’origine: da sinistra David Yost (Billy), Thuy Trang (Trini), Jason David Frank (Tommy), Austin St. John (Jason), Amy Jo Johnson (Kimberly) e Walter E. Jones (Zack)

Esce il 6 aprile il film su quel tenero fenomeno trash che fu i Power Rangers. Ha lo stesso nome della serie “madre”, è diretto dal sudafricano Dean Israelite e prodotto dalla Toei e dalla Lionsgate, oltre che dalla Saban, il marchio che volle la serie televisiva, da noi trasmessa su Italia 1 (dal 1993) e Canale 5. Per poi passare su svariate reti minori con altre generazioni di eroi.

Segue la storia di cinque ordinari studenti liceali che devono diventare straordinari quando scoprono che la loro piccola città di Angel Grove, e il mondo, sono vittima di una minaccia aliena. Nel cast, anche Elizabeth Banks (la malvagia Rita Repulsa) e mister Breaking Bad Bryan Cranston (il mentore Zordon). Non tutti forse ricordano che erano usciti già due film per il cinema: Mighty Morphin Power Rangers: the Movie, del 1995, e Turbo: A Power Rangers Movie del 1997.

Dei Rangers originali, intanto, non c’è quasi più traccia nel mondo dello spettacolo: il “rosso” Jason, ovvero Austin St. John, fa il vigile del fuoco e il paramedico, il “blu” Billy/David Yost, oggi fiero attivista LGBT, è un professore di letteratura, il “nero” Zack, cioè Walter Emanuel Jones, continua a recitare soprattutto in tv, così come la “rosa” Kimberly/Amy Jo Johnson, che ha avuto fino a pochi anni fa avuto un ruolo di rilievo nel serial Flashpoint. Il “verde” Tommy/Jason David Frank, che si unì al quintetto sul finire della prima stagione, lavora prevalentemente come istruttore di arti marziali Triste destino, invece, per la “gialla” Trini, l’attrice asiatica Thuy Trang, morta in un incidente stradale. Venne investita da un’auto mentre guidava la sua moto: aveva 28 anni.