“Senza pretese, se non la vanità di essere una di quelle collezioni degne di essere ricordate”. Si presenta così, sulla pagina ufficiale Facebook, il nuovo style per acconciature Full Freedom ExtremaHair, messo a punto da Rudy Mostarda, direttore artistico di Extrema Hair. E la talentuosa hair stylist Elena Merola (foto sotto), 34 anni, di Marcianise, folgorata dalla bellezza di questa eccentrica ma elegante collezione, ha voluto portarla nella sua città. Meglio, nel salone che ha aperto ormai 8 anni fa, Semplicemente Donna (via Gemma), organizzando uno shooting fotografico (le foto sulla pagina FB di SD) che ha coinvolto anche le strade della zona. Perché certa bellezza deve appartenere a tutti, non solo ai grossi eventi nelle città più stilose. Deve appartenere alle donne semplici e vere che sono il cuore dell’attività di Elena. Donne determinate, proprio come lei, professionista inarrestabile: mentre scrivo, ad esempio, Elena è a Milano, per la Fashion Week con l’aggiornamento di Moncler. Per lei ho scattato le foto dello shooting sopracitato, ma adesso torno blogger per rivolgerle le 5 domande che seguono.   


img-20161120-wa0045Come è nata l’idea dell’esperimento fotografico di Full Freedom ExtremaHair? E cosa vuole raccontare questo trend?

Quando tornavo da Milano, dove sono stata per un aggiornamento professionale, ero carica come non mai. Avevo visto una collezione strepitosa, che raccontava moda e momento storico con una passione e una bellezza, vissuta però da donne semplici, donne vere: le mie donne! E decisi di voler ricreare, con uno shooting fotografico, quello stesso evento in formato ridotto. La collaborazione tua, di Maria Rosa Cecere (grafica delle foto) e Daniela Laurenza (truccatrice), hanno fatto il resto. Una giornata intensa, abbiamo lavorato ma ci siamo tanto divertiti. Un grazie di cuore va anche alle modelle Pasqualina Colella, Antonia Marcello, Antonella Golino, Alessia Sposito e i modelli Mario Ferraro e Dario Salzillo, che sono stati fenomenali.

Un salone di acconciature è ancora oggi una scommessa sicura dal punto di vista imprenditoriale?

Nulla è sicuro, nemmeno un salone di bellezza. Bisogna però nutrire costantemente quella che dev’essere innanzitutto una passione con aggiornamenti, sfilate, show, eventi moda. Perché non dimentichiamo mai che noi parrucchieri nasciamo come artisti e poi imprenditori. Essere imprenditori ci aiuta ad organizzare al meglio le proprie risorse e investirle per crescere. Quindi in poche parole, se ami il tuo lavoro è sempre una scommessa vinta.

Hai lavorato anche “in trasferta”, in contesti grossi come il Festival del Cinema di Roma. Cosa significa fare l’hair stylist in salone e farlo invece per un grande evento?

Bella domanda. Prima di aprire Semplicemente Donna a Marcianise, lavoravo in un salone nel cuore di Roma, frequentato anche da personaggi noti, di spettacolo e a livello imprenditoriale. Mi hanno sempre entusiasmato alcuni ambienti e grossi eventi, ma preferisco il mio salone, le mie donne, la bellissima gente della mia città. Il rapporto con le persone, toccare le storie di ogni donna e trasformarle in tagli, colori, acconciature: questo mi emoziona e mi stimola davvero. Esperienze come il Festival del Cinema ti fanno sentire onorata e soddisfatta, poter entrare in ambienti selezionati, collaborare con professionisti di vario genere è ogni volta una crescita personale e professionale. Eppure, lavorare nel salone da me faticosamente creato riesce molto meglio a scrivere la mia storia.  

ok4Perché fidarsi della hair stylist Elena Merola? Perché correre da Semplicemente Donna?

Perché attraverso i capelli, le forme, i volumi, i colori cerco il ritratto giusto per il momento giusto di una donna. Cerco di dare materia all’emozione che vive la cliente che ha scelto di fidarsi di me. E cerco di farlo sempre con due elementi per me essenziali: la professionalità e il sorriso.

Previsioni o anticipazioni per quelle che saranno le tendenze di domani? Immagino già ci si preoccupi dell’estate ventura…

Ti dico solo che per la prossima collezione Primavera/Estate faremo rivivere lo stesso progetto di Full Freedom, non solo alle “modelle”, ma anche ad altre donne che avranno voglia di divertirsi con noi. Di più non posso dire. Se non che le acconciature di domani, come quelle di oggi, devono saper interpretare l’emozione di una donna e rispondere a tre domande: chi sono, dove sto andando e chi voglio essere. 

ok1

Tutti in posa da “Semplicemente Donna”: da sinistra, Antonia Marcello, Antonella Golino, Dario Salzillo, Elena Merola, Gabriele Russo, Pasqualina Colella, Alessia Sposito e Mario Ferraro