La sua voce è una di quelle che ti entrano dentro, ti restano in testa, ti toccano il cuore. Una voce la cui delicatezza ti culla e la cui morbidezza ti rassicura. Clemente Mezzacapo, marcianisano, diciottenne da domenica scorsa, ha una voce meravigliosa che gli sta regalando una soddisfazione dopo l’altra. Svariati i riconoscimenti che, con il nome d’arte di Klem C, ha avuto e grossi i concerti cui ha preso parte, come, lo scorso anno, il festival L’isola che c’è, a Palermo, dove ha aperto il concerto di Dolcenera e Matthew Lee. Importanti, poi, gli apprezzamenti di grandi nomi che credono in lui, come Red Ronnie, che ha seguito i primi passi della sua carriera, o Nino Ippolito, addetto stampa di Vittorio Sgarbi, che lo ha definito “la nuova proposta della musica Italiana”. Appena tornato dalle audizioni a X Factor Romania, ho voluto porgli 5 domande, in quello che è lo stile ShowbizZ.

Le origini della tua storia artistica: quando Clemente Mezzacapo diventa Klem C?

Beh, tutto è iniziato quando ho partecipato ad un contest online con il grande Red Ronnie: ho mandato una mia cover e praticamente il pubblico che era online  è andato in delirio! Quindi, lui stesso, meravigliato del mio modo di cantare, mi ha invitato ad aprire il Festival L’isola Che C’è, a cui hanno partecipato personalità come Dolcenera, Eduardo Bennato, Matthew Lee, Olen Cesari ed altri. E quando Red ha deciso di darmi questa opportunità mi ha anche ufficialmente battezzato con il nome “Klem C”. Alla fine sono sempre stato “Klem C”, mi è solo servito un po di tempo e l’occasione giusta per mostrarlo. Oggi, la mia pagina Facebook è seguita da circa 10.000 persone da ogni parte del mondo e sono davvero felice e incredulo di questa cosa.

klem-grammy

Festa a tema Grammy Awards per i 18 anni di Klem C. Scenografie a cura di “Maria Giovanna Fretta Wedding & Party Planners”

Quali sono i brani più belli da te diffusi? E perché proprio quelli?

Fino ad ora ho lanciato solo cover, e le mie preferite sono di sicuro I’m not the only one, At Last, Proud Mary, Listen , Thinking out loud e potrei continuare all’infinito! Io amo tutto ciò che canto perché ogni canzone mi trasmette un’emozione ed un energia diversa. È una cosa che adoro perché in ognuna di queste canzoni c’è una parte della mia personalità da mostrare.

Sei nel cast dello spettacolo teatrale Naufraghi con un intervento canoro. Arriverà mai la decisione di dedicarti sul serio anche alla recitazione?

Sinceramente non ho mai pensato, o almeno non in maniera concreta, di poter recitare e prendere parte ad un corso recitazione, ma diciamola tutta: fino all’anno scorso neppure immaginavo che avrei partecipato ad uno spettacolo teatrale! Quindi, mai dire mai e, a dirla tutta, l’idea di potermi eventualmente addentrare in quest’altro campo artistico…mi esalta!

Quali sono i prossimi progetti che ti riguardano?

Riguardo al futuro, posso dirti al momento che mi sento positivo ed ottimista. Ho appena chiuso una bellissima esperienza ad X-Factor Romania e sono già in moto per altri progetti. Al momento, devo focalizzarmi sulla chiusura di quest’ultimo anno scolastico nel migliore dei modi. Nel frattempo studio, scrivo canzoni e…per il resto, vi consiglio di tenervi sempre aggiornati perché le sorprese non mancheranno di certo.

foto-ufficiale-naufraghi

Il cast di “Naufraghi”, spettacolo teatrale di Gabriele Russo (il 2 e il 3 dicembre a Caserta), cui prenderà parte anche Klem C (al centro nella foto).

Quanto la tua generazione credi sia capace di sognare e di inseguirli i propri sogni?

Bella domanda! Penso che nella vita una delle cose più importanti che caratterizza una persona è quella di avere uno scopo, un obiettivo che si pone e che vuole raggiungere a tutti i costi. Io prendo come esempio grandi artisti che hanno saputo ispirarmi e mi piacerebbe a mia volta ispirare tanti altri giovani della mia generazione o di quella futura, affinché credano sempre nei loro sogni. Bisogna fare le cose con amore, con passione, lavorare sodo, con dedizione e dare il meglio di se fino alla fine. Se poi non accadrà ciò che desideravi, almeno sarai certo di aver fatto tutto ciò che potevi e sarà stata comunque una splendida avventura. Innanzitutto di crescita personale.

Sotto, un mash up/cover di Klem C in un video realizzato da Thuri Halfead (Salvatore Mezzacapo, fratello di Clemente e protagonista dello spettacolo “Naufraghi”).