“Ho sempre pensato alla mia vita come a una tragedia. Adesso vedo che è una commedia”

(Arthur Fleck)

C’è un aspetto di Giuseppe Torre, tra i miei più cari amici da tempo ormai, che mi ha sempre colpito e che lui giustamente riporta nell’intervista: gli proponi un progetto, gli parli che sarebbe bello un video o uno spettacolo su un qualsiasi argomento e lui impiega pochi istanti per isolarsi e far partire la macchina creatrice che è il suo cervello visionario. Smette di ascoltarti, ma lo fa per il bene dell’arte. Classe 1978, marcianisano, videomaker, regista e disegnatore, è uno dei pezzi forti di Teatro Distinto con cui ha realizzato trailer di spettacoli teatrali ma anche irresistibili videoclip in collaborazione con il Big Maxicinema: il quarto, uscito qualche settimana fa, è dedicato al “Joker” di Todd Phillips e si intitola “The Big J“.   

Towey JokerDal disturbatore in sala di “Infinity War”, al papà che stalkera il figlio per “Endgame”, passando per il Freddie Mercury in giro per la città di Marcianise. Fino al Joker al pub con Batman. In che modo nascono le idee dei tuoi video?

Mi basta ascoltare la fatidica frase “E se facessimo un trailer su…” che idea, storia e personaggi prendono vita, nascono da soli venendo fuori così come sono. Per il trailer “The Big-J”, che trovate sulla pagina Facebook e nelle sale del Big Maxicinema di Marcianise, ho immaginato un Joker tenebroso, folle a tratti carismatico ma non privo di quella carica ironica che lo rende molto più che simpatico. Il tutto è condito da un’ambientazione, il famoso Joseph’s Pub di Marcianise e lo stesso Big Maxicinema, ed una squadra di supereroi e antieroi dediti al relax time che non smettono di stupire. Dico sempre che basta una buona idea, amicizia e passione e tutto il resto viene da sé.

Quali sono le passioni videografiche o artistiche che ti hanno formato?

Ovviamente, essendo figlio dei mitici anni 80, ricordando i film, videoclip e personaggi che hanno fatto la storia, traggo molte ispirazioni che, il più delle volte, conservo nel cassetto per utilizzarle al momento giusto. Molti mi associano alla passione videografica e, dunque, di regista e videomaker, ma in realtà la mia prima passione è il disegno. Fortemente influenzato dai manga prima e dal fumetto americano poi, sono costantemente alla ricerca di un tratto e stile innovativo. Adoro Todd Mc Farlene, creatore di “Spawn”, e Frank Miller (“Sin City” e “300”), ma non disdegno gli storici disegnatori Bonelliani partendo da Galeppini, primo disegnatore di Tex, ai recenti fratelli Cestaro, che ho conosciuto personalmente. Ho avuto diversi maestri di disegno, ma fra questi voglio ricordare Fabrizio Fiorentino e Lorenzo Ruggiero presenti nel magico e splendido incontro/confronto con il mitico C. B. Cebulski di mamma Marvel. Infine adoro i videogames , passione risalente alla mia infanzia che mi ha fatto vivere l’evoluzione e trasformazione dell’entertainment videoludico dai mitici anni 80 ad oggi nonché l’utilizzo del mitico computer Commodore Amiga 500, vero propulsore di tutte le mie passioni.

Progetti e speranze per il futuro?

Da troppo tempo rimandato, ho già pronto un soggetto di un film, oltre a qualche altra sceneggiatura per cortometraggi già pronte per essere realizzate. Di sicuro qualcosa di importante sarà fatto ma, per scaramanzia, preferisco non pronunciarmi, ma assicuro che davvero si tratta, quella del film, di una bella idea. Tocca solo aspettare e non perder di vista le attività di Teatro Distinto, realtà associativa e artistica che tanto sta raccontando e di cui faccio ormai parte da diversi anni, confidando che non manchino mai i feedback positivi che fanno la differenza.

IL LINK AL VIDEO “THE BIG J” >>>  https://www.facebook.com/bigmaxicinema.it/videos/526885548122630/

>> La foto Cover è di Gaetano Montebuglio. / La foto in basso, sul set del video “The Big J” è di Maria Rosa Cecere